Comunicato stampa

Castrovillari, lì 8 aprile 2019

L’associazione “Tartufi & Tartufai del Pollino e delle Serre” si è resa attiva dal 2013 con lo scopo di valorizzare un prodotto che, pur essendo tipico delle nostre zone di montagna, non ha trovato finora la giusta valorizzazione nel territorio Parco Nazionale del Pollino.
Obiettivo dei dodici soci fondatori, e di tutti gli altri soci aderenti, era ed è quello di preservare il territorio ed il tartufo dallo sfruttamento irrazionale, con la raccolta sregolata e selvaggia, di questa risorsa. Al tempo stesso, di catturare e mantenere in loco le quote di valore aggiunto che di solito finiscono tra gli introiti di commercianti più “furbi” provenienti da altre regioni, specialmente del centro-nord.
Al fine del raggiungimento degli scopi costitutivi e fondanti del nostro sodalizio, l’Associazione ha cercato di attivarsi con partner che agiscono nei settori: conservazione dell’ambiente e del territorio, tutela della biodiversità, tutela dei funghi epigei e ipogei, in particolare i Tartufi del Pollino (es.: Tuber Uncinatum Chatin).
L’Associazione “Tartufi & Tartufai del Pollino e delle Serre” promuove, sempre per valorizzare il territorio e i suoi prodotti in una precisa ottica di “Sviluppo Sostenibile”, attività culturali-formative, ricreative e turistiche volte alla corretta raccolta del tartufo, alla sua diffusione in uso gastronomico, alla salvaguardia dell’habitat naturale in cui vegeta, delle biodiversità e infine alla promozione commerciale del medesimo.
Nell’ambito di queste attività, l’Associazione ha sempre ricercato la collaborazione con gli Enti Pubblici che possano, nell’ambito delle loro peculiarità, favorire il conseguimento dei fini sociali. Il primo di questi enti è il Parco Nazionale del Pollino, presidente Mimmo Pappaterra, con il quale ha sottoscritto un partenariato per la realizzazione del progetto “Il Tartufo del Pollino”. Tale progetto è stato già inviato alla “Fondazione con il Sud” per i necessari finanziamenti alla sua realizzazione. Partecipano al progetto altresì due importanti partner: l’Università degli Studi dell’Aquila, Dipartimento di Botanica, e l’A.N.A.S. “Associazione Nazionale Azione Sociale”. Obiettivo del progetto “Il Tartufo del Pollino” è l’incremento della produttività delle tartufaie naturali del Parco senza modificare l’habitat e preservandone la biodiversità specifica. Tale ipotesi progettuale, vista la bontà degli scopi e la qualità delle proposte, ha riscosso l’interesse ed il plauso anche delle Associazioni Ambientalistiche.
La promozione del tartufo del pollino è stata portata avanti, nei sei anni di vita dell’Associazione,
• a livello collaborativo, nell’ambito socio-economico e per affrontare l’intera tematica su vari aspetti complessi, tramite frequenti confronti con vari Enti (Parco del Pollino, Assessorati regionali e provinciali, Comune di Castrovillari e altre Municipalità limitrofe, Associazioni di settore, Proloco, etc.)
• a livello scientifico tramite interlocuzioni con ambienti scientifici universitari (Università della Calabria, U.M.I., Università Bologna e Università dell’Aquila) con alcune di queste sono attive iniziative di partenariato e collaborative;
• a livello culturale tramite seminari con gli studenti delle quinte classi di cucina degli IPSEOA di Castrovillari e Trebisacce; nei seminari sono stati trattati, dai micologi dell’associazione, argomenti inerenti l’habitat dei funghi ipogei, la loro morfologia, le caratteristiche organolettiche e nutraceutiche;
• a livello tecnico-gastronomico, tramite progettazioni conviviali, tenute presso l’Istituto Alberghiero “K.Wojtyla” di Castrovillari, e l’Istituto Alberghiero “Aletti” di Trebisacce. A questi incontri hanno partecipato i futuri chef delle rispettive scuole e futuri fruitori del prodotto tartufo. Agli chef, studenti e docenti, è stato rilasciato attestato di partecipazione; sono stati inoltre tutti encomiati per la creazione di ricette originali con ingredienti il tartufo, raccolti nel nostro territorio ed offerti per queste realizzazioni, dai nostri associati.
L’interesse per queste iniziative è stato molto grande ed i riscontri nei media (TG3, Tele Europa Network, stampa locale e nazionale, etc.) molto diffuso e capillare.
Fare cultura è, per l’Associazione, un impegno costante e puntuale: se si trascurasse questo aspetto non si creerebbero i necessari ed indispensabili presupposti per il raggiungimento dei fini sociali e di conseguenza non si realizzerebbe il contributo alla salvaguardia della biodiversità, dell’ambiente e alla promozione socio-economica del territorio. In tal senso auspichiamo, e ci sforziamo di facilitare, la collaborazione massima tra Associazioni ed Enti per creare le sinergie atte a ottimizzare i risultati attesi da tutti.
In queste prospettive si colloca un’altra nostra collaborazione: la realizzazione, con U.M.I. e C.E.M.M., della XXVII edizione delle Giornate Micologiche CEMM e il XXII Seminario dell’UMI (Confederatio Europaea Mycologiae Mediterraneensis, Unione Micologica Italiana). Questa importante manifestazione internazionale si terrà dal 6 al 12 ottobre p.v. nel territorio del Parco del Pollino e limitrofo, coinvolgendo comuni sia del versante calabro che lucano tra cui in particolare: Castrovillari, Civita, San Basile, Mormanno, Cassano ed altri. e, dall’altro versante, i comuni di Rotonda, del “Quadrilatero del Serrapotamo” Teana, Fardella, Calvera, ed altri. Sono attesi più di cento studiosi micologi, professori ordinari di cattedre quali Botanica, Agricoltura, Scienze dell’Alimentazione etc., provenienti da tutta Europa. La realizzazione di questo evento è stata possibile grazie all’incessante attività del direttivo dell’Associazione dove ha avuto un particolare rilievo la figura del Presidente Mario Galima membro del Direttivo Nazionale dell’UMI e soprattutto grazie al sostegno economico dell’Ente Parco Nazionale del Pollino che con delibera del Consiglio Direttivo n.10 del 28/3/19 lo ha inserito nel Piano Coeventi 2109. Siamo in attesa ed aperti ad altri ulteriori contributi e partecipazioni.
Dalla modalità sinergica e collaborativa scaturisce un segnale molto importante che l’Ente Parco e il Comune di Castrovillari per primi, e poi tutta la comunità attiva calabro-lucana inviano all’Europa per dimostrare l’apertura di questo territorio agli scambi culturali e turistici. L’Associazione a tal proposito si è fatta promotrice, nell’ambito delle Giornate, di organizzare vari momenti di scambio culturale con diverse visite dei partecipanti nel territorio che culmineranno a Matera in occasione del suo ruolo di Capitale Europea della Cultura; alla Fondazione Matera-Basilicata 2019 è stato chiesto il patrocinio non oneroso e l’uso del loro logo nell’ambito della promozione delle XXVII Giornate CEMM e del XXII Seminario UMI.
Auspichiamo che le nostre iniziative ed attività possano concorrere allo sforzo di tutti gli attori interessati che, quotidianamente, agiscono per lo sviluppo socio-economico del nostro territorio.

coverBenvenutiSitoT&Tchisiamo

CONTATTI

Ass. Micologica Tartufi & Tartufai del Pollino e delle Serre
C.so Garibaldi 160 – CASTROVILLARI (Cs)
+39 353 3952 771
+39 353 3952 377
+39 389 4274 515
FAX +39 0981 489589
www.tartufipollino.it info@tartufipollino.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *